Questo sito Web utilizza cookie per distinguerti da altri utenti. Ciò ci consente di fornire un’esperienza utente ottimale e permette inoltre di migliorare il sito.


Your privacy is important to us. AGCO has therefore recently updated its privacy policy to give you a better understanding of the types of personal data we collect from you and how we use it. We recommend you to take a moment to read the updated policy available on http://www.agcocorp.com/privacy.html

Archivio
Le forti radici di Valtra risalgono alla Svezia
Storia

Le forti radici di Valtra risalgono alla Svezia

Nel 1982, fu lanciata una nuova linea nordica di trattori: la serie 04 e 05. La serie più grande 05 portava il nome Volvo BM Valmet sul cofano, dall’unione di Volvo e Valmet. Tuttavia, prima di questa, c’erano state molte altre fusioni e non tutte avevano a che fare con le lettere BM.

La Svezia ha una lunga tradizione nella produzione di macchine agricole e queste radici sono tutt’oggi evidenti. Theofron Munktell fondò un laboratorio di ingegneria nel 1832 sotto il nome di Eskilstuna Mekaniska Verskstad, poi ribattezzato Munktells Mekaniska Verkstad nel 1879. I primi prodotti su larga scala di Munktell furono locomotive a vapore, che iniziò a produrre negli anni ‘50. Tra gli agricoltori, Munktell divenne noto per i suoi locomobili, che erano essenzialmente veicoli agricoli a vapore destinati alla trazione diretta di aratri e altri attrezzi. Questi rimasero in produzione fino al 1921.

Munktell produsse il suo primo motore a scoppio nel 1905. Quando il motore a vapore sul locomotore fu sostituito dal motore a scoppio, nacque il trattore moderno. Il primo trattore nordico, il Munktell 30-40 HK, fu lanciato nel 1913. Come suggerisce il nome, questo trattore produceva 30-40 cavalli e pesava 8300 chili.

First Volvo BM Valmet tractors unveiled on 1982 shown with its ancestor Munktells 30-40
I primi trattori Volvo BM Valmet sono stati svelati alla stampa e sono stati invitati gli ospiti al trotto di Eskilstuna il 2 giugno 1982. Il nuovo modello è stato mostrato insieme al suo antenato originale, il Munktells 30-40, il primo trattore ad essere fabbricato nella regione nordica.

I fratelli Jean e Carl Gerhard Bolinder fondarono la propria officina meccanica e fonderia nel 1844. Il loro prodotto più famoso fu un semidiesel a due tempi che divenne un popolare motore marino. Nel 1893, il loro laboratorio produsse il primo motore a combustione svedese. Bolinder collaborò con Jönköpings Mekaniska Werkstad per fabbricare trattori negli anni ‘30, ma furono costruite solo poche unità. Questo trattore Bolinder aveva circa 40 cavalli e pesava 3250 chili.

Volvo
+ Bolinder
+ (Avance + Munktell)
+ Valmet
= Valtra

Un altro svedese, Johan Victor Svenson, fondò una fabbrica di automobili nel 1898 e iniziò a produrre motori a scoppio. Il suo primo motore, l’Avance, fu costruito nel 1900. Un prototipo che univa il motore a un aratro fu svelato nel 1912 e le consegne dei clienti dell’aratro motorizzato Avance iniziarono già l’anno successivo. Questo trattore produceva 19 cavalli e pesava 4230 chili.

AB Volvo fondò la sua fabbrica di automobili nel 1927. Durante gli anni della guerra, quando il mercato delle automobili si contrasse, nel 1943 fu presa la decisione di avviare la produzione di trattori Volvo. Il primo trattore Volvo T41 presentava una trasmissione BM accoppiata a un motore Volvo. Il T41 produceva 40 cavalli e pesava 2500 chili.

Le radici svedesi di Valtra

  • Nel 1929, la società Avancemotor dovette affrontare diverse difficoltà finanziarie e le sue azioni furono trasferite a Munktells Mekaniska Verkstad
  • Nel 1932, l’impresa di macchine agricole di J & C G Bolinders Mekaniska Verkstad si unì a Munktells Mekaniska Verkstad, creando AB Bolinder-Munktells
  • Nel 1950, la società di trattori BM fu acquisita da Volvo, creando Volvo BM
  • Nel 1979, Volvo BM interruppe la produzione di trattori. La società di trattori Volvo BM si trasferì a Valmet, creando Volvo BM Valmet
  • Nel 1985, in seguito al lancio di nuovi modelli, il nome Volvo BM fu sostituito dal marchio Valmet