Questo sito Web utilizza cookie per distinguerti da altri utenti. Ciò ci consente di fornire un’esperienza utente ottimale e permette inoltre di migliorare il sito.


Your privacy is important to us. AGCO has therefore recently updated its privacy policy to give you a better understanding of the types of personal data we collect from you and how we use it. We recommend you to take a moment to read the updated policy available on http://www.agcocorp.com/privacy.html

Archivio
Interfaccia utente SmartTouch creato ascoltando i clienti
Tecnologia

I lavori di sviluppo sono cominciati nel 2008

Interfaccia utente SmartTouch creato ascoltando i clienti

Il lavoro di sviluppo sull’interfaccia utente SmartTouch è iniziato nel 2008 con l’obiettivo di renderlo il migliore al mondo. Il team di sviluppo ha iniziato esaminando ciò che i concorrenti avevano fatto e concludendo che non volevano nulla del genere. Hanno quindi esaminato telefoni e automobili, ma i loro usi previsti erano troppo diversi. Alla fine, le idee migliori sono arrivate dai clienti. L’interfaccia utente SmartTouch è stata testata con i clienti innumerevoli volte in tutte le fasi di sviluppo.

“Ero un designer del team cabine presso il Valtra Engineering Center quando l’iPhone è stato presentato nell’estate del 2007. Mi ha fatto pensare a quale tipo di interfaccia dovessero avere i trattori. Nell’autunno 2008 ho realizzato una demo su un telefono cellulare Nokia E61 che aveva lo stesso tipo di trattore rotante che ora si trova nella schermata principale di SmartTouch”, ricorda Tuomas Nevaranta, direttore, Product Management.

L’immagine del trattore rotante è stata un’intuizione chiave per mantenere la struttura della directory il più semplice possibile. I concorrenti utilizzavano fino a 11 livelli nelle proprie strutture di directory. Nevaranta e il suo team credevano che l’operatore del trattore potesse essere in grado di accedere a qualsiasi cosa con solo due tocchi. Ciò è stato possibile posizionando le icone sulla schermata principale sulla parte superiore del trattore rotante nei punti corrispondenti.

Un passo in meno: principio di progettazione

“Sia noi che i nostri concorrenti abbiamo grandi caratteristiche sui nostri trattori che molti clienti non hanno imparato ad usare. Quando lavorano con i trattori, gli operatori hanno molto più da fare che sfogliare i menù e chiedersi del significato di alcuni simboli. Volevamo rendere l’uso dei trattori così semplice che tutte le fantastiche funzionalità sarebbero state effettivamente utilizzate e visibili.”

Le icone sono state aggiunte all’interfaccia utente nel 2010, i quattro quadranti nel 2012, i profili nel 2013 e la leva di guida nel 2014. A volte il team ha aggiunto troppe funzionalità che sono state successivamente eliminate. Il progetto, inizialmente sviluppato da un team di cinque o sei dipendenti, è stato ufficializzato nel 2012.

“Due anni prima del lancio, abbiamo scoperto che il bracciolo doveva essere più sottile e più basso di cinque centimetri, quindi l’abbiamo bloccato in una sega a nastro.”

“Il progetto ha dimostrato il potere del lavoro di squadra. Abbiamo tutti condiviso lo stesso obiettivo di creare la migliore interfaccia utente del mondo, quindi i nostri sviluppatori software, progettisti, ingegneri e tutti gli altri hanno davvero lavorato per il bene del cliente. Il momento più bello della mia carriera e per l’intero team è stato quando SmartTouch è stato presentato in Olanda nel 2017. A quel tempo, era diventato il progetto congiunto dell’intera organizzazione. ”

SmartTouch è stato testato innumerevoli volte durante le varie fasi del progetto da 200 clienti che avevano firmato accordi di non divulgazione. L’ascolto dei clienti ha contribuito a creare la migliore interfaccia utente nel settore.
A partire da aprile 2012, sono state sviluppate oltre 50 diverse versioni dell’interfaccia SmartTouch.

Telecamere di localizzazione oculare e attività del cliente

Lo sviluppo della migliore interfaccia utente al mondo per i trattori ha richiesto un’enorme quantità di test da parte dei clienti. Complessivamente 200 clienti hanno firmato accordi di non divulgazione al fine di testare ogni dettaglio dell’interfaccia utente e del sistema nel suo complesso innumerevoli volte durante le varie fasi del progetto.

“Nessuno di noi aveva avuto esperienza nella progettazione dell’interfaccia utente di un touchscreen. Probabilmente è stata una fortuna perché ci ha resi tutti umili di fronte al feedback dei clienti. Se una certa funzione sembrava così ovvia al suo progettista, se i clienti non sapevano come usarla durante i test, veniva immediatamente respinta. ”

In una situazione di prova, ai clienti è stato assegnato un compito generale, come ad esempio “Regolare il trattore come se si stesse per iniziare l’aratura”. I clienti non hanno mai ricevuto alcun aiuto o suggerimento. Sono stati filmati e i loro movimenti oculari sono stati monitorati utilizzando speciali telecamere.

Successivamente, sono stati chiesti i loro pareri.

I movimenti oculari dei tester sono stati monitorati durante l’utilizzo di SmartTouch utilizzando telecamere speciali, consentendo agli sviluppatori di vedere se gli utenti trovavano le funzioni che stavano cercando e capivano le icone.

“Ci sono state situazioni, ad esempio, in cui tutti i clienti hanno trascorso molto tempo a fissare una determinata icona senza riconoscerne la funzione effettiva. In altre parole, l’icona non era chiara.”

I clienti comprendevano una vasta gamma di agricoltori. In vita loro non avevano mai usato un touchscreen, quindi le loro esperienze erano ovviamente molto istruttive per la squadra. C’erano clienti con piccole fattorie che guidavano i trattori Ford dagli anni ’70, così come clienti con grandi fattorie che avevano tutte le attrezzature più recenti di diverse marche.

“Quando si progetta un’interfaccia utente, la cosa più importante è l’idea di base e la logica di utilizzo. Può quindi essere espanso per diverse applicazioni e funzioni. La grafica impressionante supporta semplicemente la logica di utilizzo.”

Riprogettazione con una sega a nastro

Non tutto è sempre andato per il meglio.

“Circa due anni prima del lancio, il mio supervisore ha chiesto come stava andando il progetto. Gli ho detto che tutto sembrava andare bene. Un paio d’ore dopo, ci siamo resi conto che il bracciolo era troppo largo e alto di cinque centimetri, quindi non si adattava all’interno della cabina. Abbiamo quindi dovuto prendere una sega a nastro per il nostro modello e riprogettarlo in quel modo. Ci siamo detti di continuare, che avremmo ancora progettato la migliore interfaccia utente del mondo nei tempi previsti. ”

La modellazione CAD facilita il processo di progettazione, ma sono necessari anche modelli fisici.

A quel punto, il bracciolo era già un prototipo funzionante e l’idea era semplicemente di lavorare sui dettagli. I designer e i subappaltatori rimasero piuttosto tranquilli quando videro come il modello era stato tagliato dalla sega a nastro, ricorda Nevaranta.

Una volta selezionati tutti i componenti e i materiali, il terminale e il bracciolo sono stati nuovamente sottoposti a vari test. Ad esempio, il terminale è stato testato nel laboratorio del freddo del Dipartimento di ricerca Valtra a Suolahti a meno 35 gradi Celsius, e funzionava ancora bene.

0

Leggi anche